ARTICOLI RECENTI

lunedì 21 gennaio 2008

UNA SOFFERENTE SERATA DI GIOIA

L'Inter negli ultimi tempi ci ha un po' viziato. Gioca bene, domina le partite e anche quando va in svantaggio dà l'impressione di avere comunque la partita in pugno. Perciò la nostra vita da tifoso è diventata più facile. Resti lì seduto sul divano, guardi la partita, aspetti con calma, consapevole che l'Inter segnerà.
Anche ieri sera doveva essere una serata così. Il mio fisico è abbastanza provato da 4 giorni di influenza e mi sento abbastanza debole. Mi siedo sul divano e seguo la partita. Il Parma dimostra di essere squadra tosta e crea le sue occasioni. Poi ci pensa "Cuchu" Cambiasso. Inter in vantaggio. "Chissà, la partita adesso si mette in discesa" penso mentre sprofondo nel divano. E invece al 40' Cigarini riporta il Parma in parità. Tranquilli, il secondo tempo vinciamo 'sta partita. Sono tranquillo e non mi preoccupo più di tanto se il Parma si dimostra più in palla, se Ibrahimovic è irritante come l'ortica e se Burdisso e Maxwell sono inguardabili. Poi al 68esimo Materazzi interviene scomposto su Corradi. Punizione molto defilata sulla destra del portiere. Ti aspetti che la metta al centro e invece Gasbarroni la tira in porta. E segna Inter 1 Parma 2. A questo punto non sono più tranquillo. Inizio ad agitarmi sul divano. Mi alzo, mi risiedo, mi rialzo. Mi risiedo? No, resto in piedi. Sono venti minuti di sofferenza, di agitazione, di tensione e angoscia che non provavo da parecchio tempo. Dai, che la pareggiamo, dai. E al minuto 87 arriva l'inatteso. Couto respinge il pallone con testa e braccio. Rigore ed espulsione. Ibrahimovic pareggia i conti. Ora sono più tranquillo. Dai, va bene così. E invece non va bene così. Perché in pieno recupero e con il Parma in 9 (Dessena infortunato) Ibrahimovic trova il gol vitoria che fa esplodere San Siro e tutti noi tifosi in poltrona. L'Inter vince e porta a casa tre punti preziosi. La Roma resta a-7, le altre molto più indietro. Vittoria consecutiva numero 13 tra campionato e coppe, Ibrahimovic capocannoniere insieme a Trezeguet.
L'Inter non meritava di vincere e forse nemmeno di pareggiare. L'ho già detto nel post ieri sera. Il Parma ha disputato una grandissima partita, ci ha messo in netta difficoltà e avrebbe strameritato di uscire da San Siro con i tre punti. Il rigore, molto contestato dagli emiliani, secondo me c'era. Come molti dei rigori che ultimamente ci stanno dando non era nettissimo ma Couto tocca con la testa e poi col braccio. Magari il tocco non è volontario ma c'è e di conseguenza è rigore. Semmai i ducali hanno ragione di reclamare un rigore nel primo tempo per fallo su Corradi. Era un rigore nettissimo. Cordoba (sempre lui...) affossa Corradi platealmente.
Ibrahimovic non ha combinato nulla, Burdisso e Maxwell sono stati deludenti, è mancato l'apporto di Maicon. Nel complesso la squadra ha giocato sotto i soliti livelli (solo Cambiasso ha giocato alla grande, come sempre). C'è un calo netto, lo si era visto anche contro il Siena. Credo che un calo nel corso della stagione possa capitare. Spero che sia breve e che l'Inter riprenda a giocare e vincere come sa fare.
VOTA QUESTO ARTICOLO SU

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sabato e domenica sono stati ancora una dimostrazione di come un arbitro possa decidere andamento della partita. Purtoppo questo succede a tutti i livelli. In quello giovanile mette nervosismo in campo e invece di inseganre la lealtà ai ragazzi fà effetto contrario..ke vergogna, quanta gente incompetente !!!

Anonimo ha detto...

Penso che la vittoria dell'Inter sia sta incredibile...Cambiasso ed Ibra comunque sono infiniti, due campioni che ho comprato giustamente al fantacalciosu aliceleague e mi fanno sognare.
Comunque tu che ne pensi della vittoria sul Palermo? qua in sicilia se ne sono dette tante, vorrei sapere anche un altro parereche non sia di qui...vienimi a trovare quando puoi
by palermomania

FscoMisc_adm quellichelinter.it ha detto...

Sensa fortuna non si vince nulla
ciao
francescomisc

Anonimo ha detto...

Molto sofferente...