GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 5 luglio 2011

L'INTER PRESENTA GASPERINI (ma non se ne è accorto nessuno...)

SULL’INTER. "Sono convinto che questa sia una squadra già molto forte e ho intenzione di disputare una stagione importante. La difesa a tre è una novità che potrei proporre perchè ci sono squadre che hanno espresso buoni risultati in questo modo e anche io stesso ci sono riuscito nel passato, ma sarebbe un'alternativa non un'imposizione. Dovremo infatti dimostrarci una squadra duttile, capace di proporre anche qualcosa di diverso e di divertirsi, oltre che a divertirsi. L'Inter è un gruppo molto forte, non solo in campo ma anche caratterialmente. Ci sono giocatori che hanno sempre i comportamenti giusti e questa è una base molto importante, su cui costruire uno spogliatoio e una stagione".
SU MOURINHO.
"Noi non ci siamo mai frequentati molto fuori dal campo, anzi, direi mai. Ma in campo abbiamo sempre avuto una stima reciproca, quando magari arrivavano invece tante critiche nei suoi confronti. Io ho sempre sostenuto che lui fosse un grande allenatore, non solo mediaticamente ma anche in campo: dalle sue squadre riesce a ottenere sempre il massimo. Ho sempre avuto stima per lui".
SUL MERCATO.
"L'Inter in questi anni, sul mercato, è stata indubbiamente la società che ha sbagliato meno di tutte, ha fatto con grande merito le scelte migliori. Su questa base, non posso che essere fiducioso", risponde il tecnico quando gli viene chiesto del mercato. "Io ho la serenità di sapere che questa squadra non può che essere destinata a crescere, può solamente diventare più forte".
SUL SUO PASSATO BIANCONERO.
"Ho allenato a lungo la Juventus ma il settore giovanile, non la prima squadra. Ci sono tanti allenatori che sono passati da una panchina all'altra e magari non hanno avuto la stessa etichetta che ho avuto io, che mi sono occupato essenzialmente di giovani e lo dico con grande orgoglio, visto che tanti di quei giovani oggi fanno parte della nazionale di Prandelli, senza aver mai giocato in prima squadra, così come non ho mai allenato io in prima squadra. Il mio percorso credo che sia comunque un percorso indipendente e se devo dire la verità, in questo momento, un attaccamento professionale in più in questo momento ce l'ho per i colori rossoblu, del Crotone e del Genoa".
Oggi è stato il giorno della presentazione di Giampiero Gasperini. I giornali erano troppo impegnati a parlare d’altro per accorgersene.
Non ha detto nulla di nuovo o che non sapessimo già. L’unica dichiarazione "fuori dal seminato" ha riguardato il suo passato bianconero. Forse è esagerato dire che l’ha rinnegato ma di sicuro ne ha preso le distanze. Visto il clima infuocato di questi giorni non può che far piacere.
Benvenuto Gasp e in bocca al lupo per questa nuova avventura. Speriamo che, come chi ti ha preceduto, anche tu riuscirai a farci esultare per la conquista di tanti trofei.


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Vincenzo ha detto...

L'importante è che se ne siano accorti i tifosi. Della stampa non ce ne dobbiamo proprio fregare.

Ciao!

LeNny ha detto...

Giusto Vincenzo. :)

Ho solo qualche dubbio... Non vedo un'Inter con la difesa a tre. Esperimenti passati sappiamo come sono andati.

Ciao Entius, è un pò che non ti sento. :)

Entius ha detto...

Ciao Lenny, è un periodo di grande lavoro. Fino a settembre non sarò molto presente.
Ma ci sono sempre.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails