GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 16 giugno 2016

INGHILTERRA, CHE SOSPIRO AL 90ESIMO – L’IRLANDA FA FESTA

EUROPEI DI CALCIO “FRANCIA 2016” – GIRONE B
INGHILTERRA-GALLES 2-1
42' Bale – 56’ Vardy – 92’ Sturridge

Inghilterra (4-3-3): Hart; Walker, Cahill, Smaling, Rose; Alli, Dier, Rooney; Lallana (32' st Rashford), Kane (1' st Vardy), Sterling (1' st Sturridge). A disp. Forster, Heaton, Clyne, Stones, Barkley, Bertrand, Milner, Henderson, Wilshere, Vardy, Sturridge, Rashford All. Hodgson.
Galles (3-5-2): Hennessey; Chester, A. Williams, Davies; Gunter, Allen, Ramsey, Ledley (20' st Edwards), N. Taylor; Bale, Robson-Kanu (30' st J. Williams). A disp: Williams, Ward, King, G. Williams, Edwards, Richards, Cotterill, Vokes, Collins, J. Williams, Vaughan, Church All. Coleman.
Arbitro: Brych (Ger)

Bale illude il Galles ma l'Inghilterra vince in rimonta e con i cambi. Hodgson butta nella mischia ad inizio ripresa Vardy e Sturridge e saranno proprio i due attaccanti a consegnare ai 'Leoni' il successo nel derby britannico col Galles. Un successo in rimonta, dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio, con i Dragoni avanti grazie al gol su punizione di Bale e a un intervento maldestro di Hart. L’Inghilterra non era mai riuscita nell’impresa di ribaltare un risultato nelle fasi finali di un campionato continentale e questo la dice la lunga sulla portata dell’impresa. Ma va dato grande merito anche a Roy Hodgson: sbaglia la formazione iniziale confermando la coppia Kane-Sterling, trovando poi il coraggio di fare un doppio cambio nell’intervallo, inserendo al loro posto Sturridge e Vardy. Una mossa decisiva: sono i due attaccanti a firmare le reti che permettono all’Inghilterra di aggiudicarsi il match, salire a quota 4 in classifica e guardare con ottimismo al futuro.
L’inizio partita non è bello da vedere. Il Galles cerca di limitare al massimo i rischi e gli inglesi, accettano il ritmo lento frenati anche dalla giornataccia del duo Sterling-Kane. La prima svolta al minuto 42: Rooney affonda Robson-Kanu e la punizione, da 35 metri, viene affidata a Bale. Il giocatore del Real Madrid piazza la botta e Hart, parecchio goffo nel tuffo, accompagna il pallone in rete.
L’intervallo porta consiglio: dentro Vardy e Sturridge, fuori Sterling e Kane. Si capisce subito che l’Inghilterra ha una marcia in più. Al 56esimo, l’attaccante del Leicester tocca il primo pallone e non perdona: servito da un colpo di testa all’indietro involontario di Rose, firma l’1-1. Il Galles prova a congelare il pareggio che sarebbe perfetto per i Dragoni. Hodgson inserisce anche Rashford e il ragazzo centra un record: è il più giovane inglese in campo in una fase finale di un Europeo. Al 92esimo, l’Inghilterra si lancia nell’ultimo assalto. Sturridge fa partire l’azione, Vardy tocca il pallone per Alli e sulla carambola in area, si avventa come un falco ancora Sturridge: il tiro non è irresistibile, ma Hennessey non ci arriva. Inghilterra in festa, Galles a pezzi: non vince il derby dal 2 maggio 1984 e la qualificazione alla fase successiva torna in discussione.

EUROPEI DI CALCIO “FRANCIA 2016” – GIRONE C
UCRAINA-IRLANDA DEL NORD 0-2
49' McAuley – 96’ McGinn

Ucraina (4-2-3-1): Pyatov; Fedetskiy, Khacheridi, Rakitskiy, Shevchuk; Stepanenko, Sydorchuk (31' st Garmash); Yarmolenko, Kovalenko (37' st Zinchenko); Konoplyanka; Seleznyov (27' st Zozulya ). A disp.: Bokyo, Shevchenko, Butko, Kucher, Karavaev, Tymoshchuk, Rotan, Rybalka, Budkivskiy. All.: Fomenko
Irlanda del Nord (4-5-1): McGovern; Hughes, Cathcart, McAuley, J. Evans; Ward (22' st McGinn), C. Evans (49' st McNair), Norwood, Davis, Dallas; Washington (38' st Magennies). A disp.: Carrol, Mannus, McCullough, Mclaughlin, Hodson, Baird, Ferguson, Grigg, McGinn, Lafferty. All.: O'Neill
Arbitro: Kralovec (Repubblica Ceca)

L'Irlanda del Nord supera 2-0 l'Ucraina e con la prima storica vittoria in una fase finale degli Europei può sognare la qualificazione agli ottavi di finale del torneo. In una gara molto combattuta decidono una rete di testa del difensore McAuley a inizio ripresa e un goal in pieno recupero di McGinn.
Seconda sconfitta in 2 partite invece per l'Ucraina, ora a forte rischio eliminazione.
Le due Nazionali conoscono il peso dei 3 punti in palio e ne vien fuori una prima frazione di gioco soporifera, dove la tattica ha la meglio sul bel calcio.
La ripresa è una partita totalmente diversa, con le due squadre che si confrontano a viso aperto per provare a conquistare i 3 punti. Al 48', su cross di Konoplyanka, Seleznyov colpisce di testa ma non inquadra lo specchio. Un minuto dopo è invece l'Irlanda del Nord a passare a condurre: McAuley trova il colpo di testa vincente su calcio di punizione dalla trequarti e firma l'1-0 biancoverde.
Su Lione si abbatte una violenta grandinata e l'arbitro al 58' decide a sorpresa di interrompere la partita, fra le proteste soprattutto dei nordirlandesi. Le squadre tornano in campo dopo un minuto, quando la grandinata diminuisce di intensità.
Il finale è un assalto ucraino alla porta di McGovern. Nonostante i cambi, l'Ucraina non riesce a trovare il pareggio nemmeno nei 6' di recupero concessi dall'arbitro, anzi, arriva il raddoppio nordirlandese al 96'. McGinn è lesto su una ribattuta di Pyatov a deporre il pallone in goal per il 2-0 e l'Irlanda del Nord può esultare per l'importante vittoria che le consente di sperare in quella che sarebbe una storica qualificazione agli ottavi.

1 commento:

Lady Marianne ha detto...

Vedi a volte come è strano il calcio? A volte prende a volte dà. Con la Russia l'Inghilterra ha visto sfumare la vittoria in pieno recupero, e oggi in pieno recupero ha conquistato i tre punti.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails