GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 28 febbraio 2013

SALARY CUP E NUOVO FORMAT, COSI' LA SERIE B SI RINNOVA

Un nuova formula e un tetto salariale per i contratti individuali. Queste le principali novità della Serie B 2013-2014, esposte dal presidente Andrea Abodi nell'assemblea generale della Lega Calcio di Serie B che si è svolta oggi a Milano.
L'esigenza principale è quella di conciliare il lato economico e lo spettacolo. Per questo dalla prossima stagione verrà introdotto un tetto salariale e l'obbligo di avere in rosa un numero limitato di giocatori, in modo da avere società più solide, stabili e appetibili. Una commissione della Lega entro il 5 marzo definirà questo limite per i contratti individuali, che si aggiungerà a quello già esistente che fissa al 60% dei ricavi la spesa massima per i tesserati. Il nuovo tetto, che sarà valido solo per i nuovi contratti, potrà essere sforato, ma in tal caso costerà alle società meno soldi dalla mutualità.
L'altra novità principale riguarda la formula del campionato cadetto, che potrebbe cambiare già da agosto, nel caso arrivi l'ok della Federcalcio.

Le modifiche allo studio dovrebbero sostituire i classici gironi di andata e ritorno. Il nuovo format, in vigore già dal prossimo campionato, non toccherà il numero squadre ma si proverà a rendere il campionato sempre più avvincente e senza zone morte. Non sono ancora ben chiare le possibili ipotesi. Anche perché, come dichiarato dal Presidente Abodi, si stanno studiando varie soluzioni all'interno di un'apposita commissione, mutuando diverse esperienze simili utilizzate in altri campionati europei e non solo. Una delle tante ipotesi che dovranno ricevere l’ok della Federazione è quella di concludere tutte le partite finite in pareggio con dei calci di rigore.
Quanto al calendario, la serie B giocherà fra Natale e Capodanno come già provato (con risultati più che soddisfacenti) in questa stagione e Abodi vorrebbe portare la sosta dall'Epifania fino al termine della campagna trasferimenti.
Altri due gli obiettivi della serie cadetta: l'ingresso della Lega di serie B in Confindustria e la costruzione di nuovi stadi.
Insomma le idee non mancano e la serie cadetta, al contrario della Serie A, stanno dimostrando di avere tutte le intenzioni di ammodernarsi e diventare un campionato interessante e che riscuota successo di consensi. La strada è quella giusta. Speriamo che l’obiettivo venga centrato.
Pakos


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Pakos ha detto...

Lo dico e lo ripeto. Tempo qualche anno e la serie B diventerà molto più seguita ed interessante della Serie A.

PS: Entius, soddisfatto del mio pezzo?

Entius ha detto...

Se non altro Abodi sta portando idee nuove e sta seriamente lavorando per riportare le famiglie allo stadio.
Cosa che non si vede nemmeno lontanamente in Serie A.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails