GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 13 aprile 2016

CAPOLAVORO SIMEONE, INARRESTABILE CRISTIANO RONALDO, CITY NELLA STORIA

Champions League 2015-2016 – Ritorno dei Quarti di Finale
Due (mezze) sorprese su quattro. Questo il verdetto dei quarti di Champions League che vede la qualificazione di Real Madrid, Manchester City, Bayern Monaco e Atletico Madrid. Clamorosa l’eliminazione del Barcellona (eliminato ai quarti dall’Atletico come due stagioni fa). Spenti anche i sogni di Champions di Ibrahimovic (continua lo scarso feeling tra lo svedese e la coppa dalle grandi orecchie).

REAL MADRID-WOLFSBURG 3-0 (andata 0-2)
16’ Cristiano Ronaldo – 17’ Cristiano Ronaldo – 77’ Cristiano Ronaldo
Alla fine il Wolfsburg si è dovuto inchinare allo strapotere del Real Madrid e ad un Cristiano Ronaldo mostruoso (93 gol in Champions League, già 15 in questa stagione). Peccato, sarebbe stato bello vedere realizzata l’impresa dei tedeschi. Anche se i galacticos non hanno avuto vita facile e senza quell’1-2 firmato da Cristiano Ronaldo poco dopo il primo quarto d’ora di gara, non è così scontato che sarebbero riusciti a rimontare lo svantaggio.

MANCHESTER CITY-PARIS SAINT GERMAIN 1-0 (andata 2-2)
76’ De Bruyne
Ennesima occasione persa per il Psg di Ibrahimovic. La formazione parigina si scioglie come neve al sole e deve salutare la massima competizione continentale. I Campioni di Francia potenzialmente erano favoriti rispetto ai rivali inglesi, ma nell’arco del doppio confronto non si è mai veramente vista la superiorità parigina. Nella sfida di ritorno la formazione di Blanc doveva battere i rivali per conquistare le semifinali, ma di fatto non si è mai assistito ad una supremazia territoriale, non hanno attaccato a testa bassa, non hanno chiuso gli avversari nella loro metà campo. Insomma, hanno avuto tutto tranne un atteggiamento da grande squadra.

BENFICA-BAYERN MONACO 2-2 (andata 0-1)
27’ Gimenez – 38’ Vidal – 52’ Muller – 76’ Talisca
Il discorso è ancora aperto avevamo scritto una settimana fa. E il Benfica non ci ha smentito. I portoghesi per 10 minuti scarsi sognano l’impresa, ma poi devono arrendersi alla forza di una grande squadra come il Bayern Monaco. I lusitani escono assolutamente a testa alta. All’Allianz Arena hanno tenuto testa ai bavaresi e anche stasera non hanno mollato fino alla fine. Dopo il gol del 1-2 la formazione portoghese non si è disunita ma ha continuato a giocare e a rendersi pericolosa, trovando il pareggio (strepitosa punizione di Talisca) e sfiorando proprio sul triplice fischio finale il gol che le avrebbe regalato la meritata vittoria.

ATLETICO MADRID-BARCELLONA 2-0 (andata 1-2)
36’ Griezmann – 88’ Griezmann (rig.)
Come due stagioni fa il Barcellona deve cedere il passo all’Atletico Madrid. I colchoneros hanno tenuto testa ai Campioni d’Europa e sono stati molto bravi a difendere il gol di vantaggio che garantiva la qualificazione. Nel finale doppio disastro di Rizzoli (uno per parte, per non fare torto a nessuno). Dà rigore all’Atletico per tocco di mano in area di Iniesta ma non espelle il giocatore che interrompe una chiara occasione da gol. Pochi minuti dopo giudica punizione dal limite un tocco di mano di Gabi in piena area di rigore colchonera. Episodi a parte, non possiamo non esaltare l’ennesimo capolavoro di Diego Pablo Simeone che negli ultimi anni ha portato il suo Atletico Madrid a competere nella Liga con mostri sacri come Real e Barca, e a giocarsela alla pari in Europa con avversari ben più quotati. Il Barcellona, dal canto suo, conferma la maledizione della Champions che dura sin dalle origini della competizione. In 24 stagioni, infatti, nessuna squadra è mai riuscita a conquistare il titolo per due anni di fila.
Infografica a cura di: SPORTICOS

5 commenti:

Theseus ha detto...

Non ci sono state grosse sorprese. Che l'Atletico potesse battere il Barcellona l'avevamo messo in preventivo e tra City e Psg la sfida era molto equilibrata. La vera sorpresa sarebbe stata vedere Wolfsburg o Benfica tra le prime quattro.

Simone ha detto...

L'eliminazione del Psg suona come clamorosa vista la grande stagione dei parigini. Per come hanno dominato in Ligue1 ci aspettavamo qualcosina in più anche in Europa.
Il Barcellona mi sembra in fase calante. Due sconfitte consecutive in campionato, una vittoria all'andata ottenuta in superiorità numerica e ieri sera la meritata eliminazione.

Mark della Nord ha detto...

Ennesimo disastro di Rizzoli (il miglior arbitro del mondo, a quanto dicono): prima non ammonisce Iniesta in occasione del fallo di mano sanzionato col tiro dal dischetto e poi, pur essendo posizionato a 3-4 metri, non assegna un rigore al Barcellona per fallo di mano di un difensore dell'Atletico durante il recupero (vede il fallo ma non si accorge che era in area e non al limite), circostanza che avrebbe potuto mutare le sorti dell'incontro.
A questo punto forse hanno ragione quelli che dicono che non è un arbitro pro juve.
Questo è proprio scarso di suo.

Theseus ha detto...

X Simone. Suona clamorosa se vedi il Psg solo all'interno del suo campionato. Fuori dall'Europa non ha mai combinato granché. Superare i gironi era il minimo sindacale e spesso agli ottavi ha salutato la compagnia. Quest'anno agli ottavi ha trovato un Chelsea disastrato ed è riuscito a superare il turno. Ma i parigini sono tutt'altro che all'altezza delle altre big d'Europa.

Theseus ha detto...

X Mark della Nord. E Rizzoli è il nostro migliore arbitro, quello che ci rappresenterà agli Europei. Pensa un pò come stiamo messi bene..

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails