GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 12 febbraio 2012

CLAUDIO, RIDACCI UN'INTER CONVINCENTE

Due sconfitte e un pareggio casalingo sono un bilancio parecchio negativo per una squadra che punta al terzo posto. Bilancio che ci riporta indietro di un girone quando nelle prime tre giornate rimediammo appunto due sconfitte (Palermo e Novara) e un pareggio casalingo (Roma).
Per dare una sterzata decisiva servono sei punti nelle prossime due partite. Novara oggi pomeriggio e Bologna venerdì sera non sono avversarie proibitive, soprattutto perché le affronteremo in casa. Fare il bottino pieno è impresa tutt’altro che ardua e servirebbe a rilanciare le nostre ambizioni per la corsa al terzo posto.
Ranieri ritrova in un solo colpo la fantasia dei due trequartisti Sneijder e Alvarez, l’esperienza di un centrocampista come Stankovic e l’oggetto misterioso Forlan. Unici assenti sono lo squalificato Maicon e l’infortunato Samuel (probabile un suo rientro per la sfida di Champions League contro il Marsiglia).
Con una rosa quasi al completo il tecnico romano ha l’imbarazzo della scelta. Probabile un ritorno al modulo a rombo che ha fatto la fortuna di molti suoi predecessori. Julio Cesar in porta, Zanetti (favorito su Faraoni) e Chivu dovrebbero essere gli esterni difensivi con Cordoba e Ranocchia a giocarsi un posto da centrale al fianco di Lucio.
A centrocampo il terzetto dovrebbe essere composto da Cambiasso, Poli e uno tra il rientrante Stankovic e Palombo mentre Sneijder agirà dietro le due punte Milito e Forlan, preferito a Pazzini convocato ma non al meglio.
Difronte ci troveremo un Novara che finora ha disputato un campionato deludente. Il cambio di panchina non ha sortito alcun effetto e la vittoria contro l’Inter un girone fa è stata solo l’acuto di una stagione anonima. Mondonico è un tecnico esperto e riuscirà a risollevare la squadra anche se la lotta per la salvezza diventa sempre più ardua. Speriamo che la risalita dei piemontesi non inizi proprio oggi. Anche se, senza nulla togliere alla squadra novarese, la differenza tecnica fra le due rose è evidente e non ci vuole certo un genio per capire che l’Inter e solo l’Inter può buttare all’aria i tre punti oggi pomeriggio.
Oggi possiamo e dobbiamo vincere. Ranieri in conferenza stampa ha detto che Roma è stato solo un incidente di percorso, un episodio isolato. Noi lo speriamo fortemente e vogliamo rivedere l’Inter forte e convincente vista fino al derby. FORZA INTER !!!



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Winnie ha detto...

Con Maicon squalificato non capisco perché non abbia lanciato Faraoni. Si parla tanto di rilanciare i giovani, poi quando c'è l'occasione facciamo giocare sempre i vecchi.

Nicola ha detto...

Infatti, largo ai giovani. Io avrei messo Faraoni terzino, Zanetti a centrocampo e avrei dato un turno di riposo a Cambiasso.
In mezzo alla difesa Ranocchia (Cordoba ha fatto il suo tempo) e in attacco Castaignos e non Forlan. Vabbè, spero che i fatti mi smentiscano clamorosamente.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails