GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 23 gennaio 2015

INTER, ALTRO COLPO: ECCO BROZOVIC !!!

E’ un’Inter scatenata sul mercato. Dopo Podolski e Shaqiri, Ausilio ha messo a segno un altro colpo. I nerazzurri infatti si sono assicurati il centrocampista classe ’92 Marcelo Brozovic che arriva dalla Dinamo Zagabria. L’accordo prevede prestito di 18 mesi con riscatto obbligatorio nel 2016 ad otto milioni (3 da versare nel corso dei 18 mesi di prestito, 5 al momento del riscatto).
Domani Brozovic sarà a Milano per sostenere le visite mediche e firmare il contratto di 4 anni e mezzo. Nella notte l'entourage del croato si è liberato del Milan (Galliani ha chiesto altro tempo), in mattina un tentativo extremis del Napoli che non ha portato a risultati. Il giovane centrocampista croato sarà dell'Inter che ha potuto sfruttare la corsia preferenziale con la formazione di Zagabria.
Brozovic è un nome sul quale l'Inter lavora da tempo, da prima del Mondiale brasiliano. La scorsa estate Ausilio aveva offerto 5 milioni di euro, ora l'accordo è vicino sulla base di 8 milioni più bonus. Battuto al fotofinish il Milan, che non ha argomenti per rilanciare, il nazionale croato nel 4-2-3-1 di Mancini giocherà davanti alla difesa.

In attesa di capire se, almeno per uno dei due la situazione cambierà, l’Inter ha congelato le operazioni Lucas Leiva e Mario Suarez. Liverpool e Atletico Madrid non mollano e, siccome Mancini ha bisogno in tempi brevi di almeno un altro centrocampista, Ausilio ha messo le mani su un’alternativa altrettanto appetibile con un giocatore che in mezzo al campo può ricoprire più ruoli: fa legna, ma può giocare anche qualche metro più avanti. Alto 1,80 per 65 chili, Brozovic è cresciuto nello Hrvatski dragovoljac e lo scorso giugno ha fatto il suo esordio con la massima nazionale croata ai mondiali brasiliani. Nato a Zagabria ha indossato anche la maglia del Lok Zagabria e fatto tutta la trafila delle nazionali giovanili con 12 presenze e 7 gol in under 21.

Marcelo Brozovic è la chimica del talento croato: testa, piede, qualità, rapidità. Potere del classico centrocampista totale. Ambidestro, sa difendere e spezzare le trame nemiche, sa impostare, leggere il gioco, abbassare i ritmi e alzarli a seconda delle necessità.
Definirlo completo è banale. In poco più di due anni di Dinamo viaggia su tutto il centrocampo: interno, esterno, fa da schermo e da trequartista. Dicono abbia cambiato sette ruoli. Gioca sempre e solo come sa.
Un rinforzo di qualità per il centrocampo di Mancini, ma potrebbe non essere l'unico. Ausilio, da Londra, monitora sempre le situazioni di Thiago Motta (Psg) e Lassana Diarra che sta cercando di liberarsi dalla Lokomotiv Mosca. Senza dimenticare che le piste che portano a Lucas Leiva del Liverpool e Mario Suarez dell’Atletico Madrid sono accantonate ma non del tutto abbandonate.
Ma la società nerazzurra non vuole certo fermarsi qui. Per la difesa, in mattinata l'Inter ha trovato l'accordo con il Granada dei Pozzo per il giovane difensore colombiano Murillo, 22 anni: i nerazzurri lo hanno preso, arriverà a luglio. Ma la trattativa non si è interrotta, perché l'Inter vuole provare a prenderlo subito. Già a gennaio.

5 commenti:

Brother ha detto...

Non lo conosco, ma da quello che ho letto su Internet é un acquisto molto buono. Sicuramente meglio dei vari MVila, Kuzmanovic e Khrin.

Matrix ha detto...

Dobbiamo fare i nostri complimenti ad Ausilio. Si sta muovendo benissimo ottenendo il massimo col minimo. Meno male che ci siamo liberati di quell'inetto di Branca...

BlackWhite ha detto...

Con tanti saluti al Fair Play Finanziario. Sarò ignorante in materia, ma non ho ancora capito come è possibile che una squadra indebitata fino al collo come l'Inter possa permettersi di spendere e spandere senza ritegno.

Mark della Nord ha detto...

@BlackWhite
Il FPF stanilisce, in parole povere, che chi fattura 100 non può spendere 300.
Il costo dei tre ultimi arrivi peserà in maniera del tutto trascurabile sul bilancio del 2015 (in chiusura al 30 giugno) poiché Podolski è soltanto in prestito per 600.000 euro (senza obbligo di riscatto) mentre il riscatto degli altri due (Shakiri in prestito gratuito; per Brozovic verranno corrisposti subito soltanto 3 milioni di euro) è obbligatorio fra 18 mesi e pertanto inciderà sul bilancio del 2016.
Inoltre ci sono, attualmente, ancora un paio di giocatori in uscita che, assieme alle cessioni già effettuate, potranno bilanciare i costi relativi agli ingaggi degli ultimi arrivati.
Le operazioni finora concluse sono state un capolavoro finanziario di Ausilio e della Società.
Non starai per caso rosicando?

Entius ha detto...

L'errore che fanno molti é che guardano solo le uscite senza considerare le entrate. Alvarez, Taider, Schelotto, Mbaye, giusto per citarne alcuni, sono tutti giocatori che a giugno verranno riscattati dalle squadre in cui attualmente sono in prestito. Ed é un bel gruzzoletto che entrerà nelle casse nerazzurre.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails